R.E TE. Imprese Italia esprime soddisfazione per la ripartenza dell’esame in Commissione Finanze della Camera del progetto di legge Ruocco-Gusmeroli sulle semplificazioni fiscali.

E’ ora – si legge in una nota di R.E TE. Imprese Italia – che si ponga mano al sistema fiscale per ridurre in maniera sostanziosa gli adempimenti burocratici che gravano sui contribuenti, riducendo il gap che ci separa dai nostri competitor europei.

Ora – a giudizio di R.E TE. Imprese Italia – con l’introduzione della fatturazione elettronica, che permette un controllo puntuale delle singole posizioni tributarie, ci sono le condizioni per eliminare una serie di adempimenti che creano ingenti danni economici e finanziari alle tante imprese che compiono sino in fondo il loro dovere fiscale.

R.E TE. Imprese Italia ritiene indispensabile che il Legislatore provveda rapidamente ad abrogare i regimi IVA dello “split payment” e del “reverse charge” in edilizia, a ridurre dall’8 al 4% la ritenuta sui bonifici relativi a spese che conferiscono detrazioni fiscali, ad eliminare la comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA e ad innalzare a 50.000 euro la soglia relativa alle compensazioni Iva senza visto di conformità.